News

Merlo da brivido

23 marzo 2021
Da sempre la Merlo si è contraddistinta per la capacità di anticipare le innovazioni ed essere sempre pronta a cogliere nuove opportunità. La presenza del marchio cuneese in Antartide è una testimonianza perfetta di questo atteggiamento curioso e, al contempo, rivoluzionario.
 
Fin dal 1985, anno in cui ha avuto inizio l’esperienza italiana in questo continente, la Merlo ha fornito i propri mesi alla base Zucchelli e Dome Concordia. Il primo mezzo in assoluto è stato un SM30, studiato e ideato appositamente per resistere alle rigide e proibitive temperature del Polo Sud e agevolare le pratiche logistiche della base. Quest’ultimo fu scelto personalmente dall’ingegnere Mario Zucchelli che fu conquistato dalla prestazioni e dall’affidabilità dei sollevatori Merlo. Da allora la presenza del Gruppo è cresciuta costantemente e si è consolidata, arrivando ad annoverare ben 12 telescopici.
 
I mezzi Merlo, dotati della speciale configurazione “Antartica” e grazie alle innumerevoli attrezzature disponibili, realizzate ad hoc dal costruttore, vengono adoperati per le operazioni di movimentazione materiali, carico e scarico dai cargo e perforazione dei ghiacci.
Livello 2.png
Livello 3.png
Livello 7.png
Livello 8.png
Livello 9.png
Livello 10.png
Ma non sono solo le basi italiane a essere state conquistate dalle caratteristiche uniche di questi macchinari; a seguire è stato fornito dal dealer neozelandese Power Farming, un Panoramic 28.8 alla Base Scott e, non ultimo un P32.6 Plus consegnato alla base spagnola Gabriel de Castilla, operativa fin dal 1988 grazie all’“Ejercito de Tierra”. Ad occuparsi delle difficili operazioni logistiche per il raggiungimento della base, il concessionario Automoción Lozano, grazie alla ben nota affidabilità ed esperienza maturata negli anni.
 
I prodotti non sono però l’unico fiore all’occhiello dell’azienda cuneese, in grado da sempre di fornire ai propri clienti un pacchetto completo di assistenza e formazione. Questa caratteristica si è dimostrata vincente e indispensabile per l’esercito spagnolo impiegato presso la base antartica; i costi e le tempistiche per il raggiungimento della base, infatti, sono decisamente elevati e rendono indispensabile la presenza di personale altamente qualificato in loco. La formazione ricevuta presso il Training Center della Merlo ha permesso pertanto di ottenere la corretta formazione per espletare le pratiche di manutenzione tempestivamente e in completa sicurezza.