News

Da Parigi a Nizza ... passando dalla Merlo

16 luglio 2017
La passione è da sempre uno dei motori che permette di raggiungere traguardi straordinari in tutti i campi. Questa è una delle carte vincenti che ha permesso al Gruppo Merlo di diventare leader tecnologico e un punto di rifermento internazionale del proprio settore. La stessa passione che anima molti sportivi che dalla primavera all’autunno inoltrato salgono in bici ogni volta che ne hanno la possibilità per poter macinare chilometri in libertà. Ogni chilometro, ogni salita sono insieme una conquista e un punto di partenza in una sfida continua contro se stessi.
Per questa ragione quando l’associazione ciclistica dilettantistica AAOC (Airport Association Olympique Cycliste) ha contattato il Gruppo Merlo chiedendo ospitalità per la tappa del 22 giugno della Parigi Nizza, l’adesione è stata immediata. Si tratta di una corsa storica, giunta alla diciottesima edizione, che raggruppa corridori non professionisti provenienti da tutta la Francia. L’edizione 2017 ha visto 250 ciclisti prendere parte alle 10 tappe con 1500 km percorsi e un dislivello totale affrontato di 27.500 metri.
 
Il Gruppo Merlo è stato scelto come tappa di raggruppamento per i 250 ciclisti, per permettere al gruppo di ricompattarsi e poi proseguire compatto in parata fino a Piazza Galimberti.
Per l’occasione il Cfrm si è attrezzato con gazebo, fontane, punto ristoro e un’area relax dove i primi corridori hanno potuto rinfrescarsi e riposare in attesa dell’arrivo dei compagni di avventura. Per dare ombra a tutti i partecipanti sono stati utilizzati sollevatori telescopici impiegati in una tanto inusuale quanto gradita nuova applicazione: il reggi tenda. I sei sollevatori sono stati infatti impiegati per sostenere e tenere in tensione 2 teloni creando così un’ampia area ombreggiata dove sono state sistemate le panchine per i ciclisti in attesa.
 
Viste le elevate temperature registrate, i corridori hanno molto gradito l’accoglienza ricevuta che ha permesso loro di trascorrere in modo piacevole e rilassante le due ore di attesa per l’arrivo degli ultimi atleti.
 
A fine evento l’organizzatore, André Leroux, ha voluto premiare il Cav. Merlo con una targa celebrativa dell’evento per l’accoglienza e il supporto ricevuto.
Un sentito ringraziamento al personale del CFRM e ai volontari dell’Associazione Merlo Group che hanno reso possibile il successo dell’evento grazie al loro lavoro sotto il sole cocente di quei giorni.
foto-news-1.jpg