MERLO AD EIMA 2014

03 novembre 2014

MERLO PRESENTA LA NUOVA GAMMA COMPLETAMENTE RINNOVATA

Il Gruppo Merlo si presenta all’edizione 2014 dell’EIMA (Padiglione 36 stand C10) con novità su tutta la gamma che incrementano ulteriormente il livello di contenuti tecnologici e di prestazioni dei suoi prodotti.
La nuova gamma agricola lancia un messaggio molto chiaro per il mercato: sicurezza, comfort e riduzione dei consumi, da sempre valori fondamentali per i prodotti Merlo, saranno ancora più al centro dell’offerta dell’azienda Italiana leader tecnologico nel sollevamento e nella logistica.
Tutti i modelli della gamma sono stati ridisegnati per esaltare ulteriormente le prestazioni relative ai valori chiave della sicurezza, del comfort e della riduzione dei consumi. Sono molte le tecnologie, esclusive Merlo, introdotte dall’azienda in tutti e tre gli ambiti.

3Punti

SICUREZZA

Il Gruppo Merlo da sempre fa della sicurezza uno dei cardini per lo sviluppo dei propri mezzi.
Fin dagli anni 90, infatti, Merlo offre sistemi che garantiscono la sicurezza longitudinale frontale che prevedono anche il blocco dei movimenti aggravanti.
Per continuare a sviluppare nuovi contenuti brevettati ed esclusivi, il Gruppo investe ogni anno circa l’8% del suo fatturato in ricerca e sviluppo.
All’interno di questi investimenti la quota destinata a dispositivi innovativi nel campo della sicurezza è costantemente aumentata e sono stati così lanciati dei sistemi di sempre più evoluti, divenuti poi punto di riferimento nel settore.
Oggi la tecnologia più avanzata nel campo della sicurezza è rappresentato dal Merlo CDC (controllo dinamico del carico). è un dispositivo che va decisamente oltre a quanto previsto dalla normativa EN15000 non limitandosi a garantire la stabilità longitudinale anteriore del telescopico Merlo durante la movimentazione di carichi, sia in situazioni statiche che in situazioni dinamiche, ma integrando questa funzione con il riconoscimento delle attrezzature e con un indicatore del carico movimentato.
Grazie a queste caratteristiche innovative, l’M CDC ha introdotto un nuovo concetto di sicurezza nell’uso del telescopico in quanto valuta la sicurezza operativa nel suo complesso come abbinamento macchina-attrezzatura.

Sicurezza

Il principio di funzionamento si basa sul fatto che ogni telescopico lavora utilizzando diverse tipologie di attrezzature, ognuna delle quali ha caratteristiche (peso, portata, baricentro…) specifiche differenti che possono influire sensibilmente sul diagramma di carico e quindi sulla sicurezza durante l’utilizzo.
Per questo motivo il Gruppo Merlo ha introdotto per primo il concetto di abbinamento macchina-attrezzatura e l’ha inserito nel proprio sistema di sicurezza brevettato M CDC.
Quest’ultimo è dotato di un riconoscimento automatico dell’attrezzatura, in modo da adeguare la sicurezza della macchina all’attrezzatura effettivamente in uso.

Cdc

Questa informazione unita a quelle raccolte dai vari sensori di stabilità, di controllo della geometria del braccio e di pesatura del carico movimentato, permettono di fornire all’operatore il corretto diagramma di carico.
Si tratta di un feedback continuo non solo sulla stabilità del mezzo ma che fornisce anche informazioni supplementari come appunto la pesatura. A questa funzione poi integra nello schermo su plancia la visualizzazione delle immagini provenienti dalle telecamere disponibili come opzionali.
Ad oggi l’M CDC è il più evoluto sistema di gestione della sicurezza operativa nel nostro mercato di riferimento.

002 1 30 10 2013

 Il secondo asse portante dello sviluppo Merlo è rappresentato dall’incremento del comfort. Incrementare il comfort dell’operatore non significa soltanto incrementarne la produttività ma anche prevenire al meglio le malattie professionali. Per questo il Gruppo ha messo a punto e realizzato la cabina più ampia della categoria, da oggi disponibile anche con il nuovissimo impianto di climatizzazione che permette di dimezzare i temi di warm-up e cool down.

 

Cabina Aria

 

TIPO DI PROVA TEMPERATURA
ESTERNA (°C)
UMIDITÀ (%)

TEMPERATURA

INTERNA (°C)

RÈGIME MOTORE
(g/min)
DIFFERENZIALE (°C)
RAFFREDDAMENTO 43 50 22 1500 -21
RISCALDAMENTO -15 20 26 1500 + 41

Merlo offre poi sui suoi modelli (unico costruttore di telescopici al mondo) la possibilità di avere la Cabina sospesa con un sistema brevettato. In questo modo i telescopici del Gruppo raggiungono un livello di comfort da record ed è possibile per l’operatore lavorare per ore consecutivamente (immagine cabina sospesa).

Completano l’offerta Merlo dedicata al Comfort il sistema di sospensione del braccio BSS, che riduce anche le perdite di carico durante gli spostamenti su terreni accidentati, ed un’ampia scelta di sedili anche con sospensioni pneumatiche e assorbimento delle sollecitazioni longitudinali.

 Confort

 

CONSUMI

L’efficienza non è mai stata così importante come ai giorni d’oggi e Merlo offre oggi una gamma agricola completamente rinnovata, amica dell’ambiente con le motorizzazioni Tier 3B - 4 Interim e lancia un nuovo sistema di gestione della trasmissione idrostatica Merlo chiamato EPD (Eco Power Drive) in grado di ridurre i consumi (e quindi anche le emissioni di CO2) del 18%. Il sistema EPD integra nella gestione della trasmissione idrostatica anche la gestione del règime del motore diesel. L’acquisizione dei dati operativi della macchina permette di calcolare la potenza necessaria per soddisfare, in un dato momento, la richiesta dell’operatore di velocità o di coppia (mediante pedale acceleratore).

EPD Risparmio TF2 Sfocato

 

 Epd Rid Consumi

 

Il règime motore varia automaticamente in funzione della coppia resistente alle ruote e la velocità di trasferimento aumenta di conseguenza. Raggiunta la velocità desiderata e non variando la coppia resistente, il règime del motore diesel si porta automaticamente al valore minimo sufficiente per erogare la potenza richiesta in quella configurazione.

Epd Confronto

 

Il règime di rotazione del motore diesel può essere programmato in via esclusiva per tramite del potenziometro di regolazione dedicato. Il règime motore, scelto tramite il potenziometro, viene mantenuto indipendentemente dalle condizioni del terreno e dalla velocità di avanzamento. Lo scopo è di offrire ad eventuali attrezzi portati o trainati una elevata potenza di azionamento idraulico (motore ad alto règime) con l’avanzamento molto lento (ad esempio trasferimento in campo con spandiconcime).

Ai benefici di base l’EPD nella versione Plus aggiunge poi:
-    La funzione Speed-Control che agisce come il Cruise-Control automobilistico;
    l’operatore, raggiunta la velocità di trasferimento desiderata, seleziona
    il mantenimento di questa velocità premendo il pulsante Speed-Control,
    rilasciando completamente l’acceleratore. Il disinserimento del controllo
    di velocità è immediato alla pressione del pedale del freno o del pulsante della             funzione Speed-Control.
-    La funzione ECO che limita il règime massimo di rotazione del motore diesel
    a 1800 giri/minuto. In questo modo la potenza massima viene limitata
    ed in tutte quelle movimentazioni per le quali non è necessaria molta potenza si
    riducono di conseguenza i consumi, le emissioni acustiche e quelle inquinanti.
    La modalità Eco è particolarmente vantaggiosa nelle operazioni di movimentazione
    in piazzale.

L’EPD Top aggiunge poi un’ulteriore funzionalità ovvero quella di Joystick auto accelerante. Questo dispositivo, unico nel mondo dei telescopici, integra il joystick elettronico ed aumenta automaticamente il règime di rotazione del motore diesel in modo da massimizzare la velocità di movimentazione del braccio. Grazie all’EPD, anche se il règime di rotazione del motore diesel aumenta, la velocità di avanzamento non varia ed è possibile aumentare la produttività in modo sicuro, efficiente ed automatico.

Ecco le novità Merlo presenti sullo STAND


Gamma TF e MF Heavy Duty Modulari

Merlo16 10 014 Pom 010


TF45.11 (presente sullo stand Merlo), TF50.8, MF40.9 (presente sullo stand Merlo) e MF 40.7.
Anteprima mondiale per il nuovissimo TF 45.11 esposto sullo stand nella versione con CS, CVTronic e 156 HP.
Parliamo dell’ammiraglia della gamma Turbofarmer, una macchina studiata per gli impegni più gravosi.
Offre il meglio delle tecnologie Merlo per:


- Sicurezza - MCDC di serie, cabina omologata rops e fops livello 2
- Comfort - Sospensione della Cabina CS e la cabina più larga della categoria di serie
- Riduzione dei consumi - EPD Top di serie


A questi contenuti aggiunge una versatilità senza confronto grazie alla presa di forza meccanica posteriore, la possibilità di essere omologata come trattrice agricola per il traino fino a 20 ton ed il nuovo cambio CVTronic. Quella dei Turbofarmer Heavy Duty è una famiglia con 2 modelli TF45.11 e TF50.8 articolati su 4 versioni ed in grado di soddisfare le esigenze dei clienti più esigenti.
A questa gamma si affiancano i nuovi MF Heavy Duty. Si tratta della nuova generazione di Trattori Telescopici Merlo, i Multifarmer nella loro versione più performante. Rispetto ai modelli Turbofarmer offrono una versatilità ancora maggiore grazie all’attacco a tre punti posteriore che li rende in grado di lavorare anche con attrezzi portati.

 

Gamma TF Medium Duty Modulari

016 10 4 2014 Movimento

Il Gruppo Merlo espone poi la Gamma dei nuovi TF Medium Duty in vendita da pochi mesi. Parliamo dei nuovi TF 38.7, TF38.10 e TF42.7 Sono i modelli indirizzati al cuore del Mercato e, grazie al nuovo approccio Modulare, si pongono come punto di riferimento per sicurezza, comfort e consumi. Tutta la gamma avrà di serie il CDC, la cabina più ampia della categoria e l’EPD, sicurezza, comfort e efficienza sono quindi di serie per tutti.

-    Sicurezza - MCDC di serie, cabina omologata ROPS e FOPS livello 2
-    Comfort - versioni dedicate con Cabina sospesa e opzionali BSS e la possibilità
        di scegliere il sedile più adatto alle proprie esigenze
-    Produttività - CVTronic e PTO meccanica
-    Riduzione dei consumi - EPD Top di serie

 

Gamma Supercompatti

 

080


I nuovi 25.6 sono stati completamente rivisti nelle prestazioni grazie all’inserimento di un motore idrostatico maggiorato che permette di incrementare ulteriormente le prestazioni. La velocità passa a 40Km/h (il migliore della categoria), le accelerazioni da 0 a 40 sono fluide e senza interruzioni grazie al cambio di velocità continuo. Anche sul 25.6 è di serie la cabina più ampia della categoria per il massimo comfort anche sulle macchine compatte.
Il 25.6 è poi l’unico telescopico della sua categoria ad essere omologato come trattrice agricola e a poter trainare fino a 9 ton.

-    La cabina più ampia della categoria
-    40 km/h: unico della categoria!  
-    Omologazione trattrice agricola – unico nella categoria!
-    Cambio velocità in continuo da 0 a 40 km/h senza interruzione di coppia  
-    Motore idrostatico maggiorato: + 10% di coppia a bassa velocità  
-    Disponibile versione L con cabina ribassata

 

Gamma Compatti

 

024 24 9 2013


Nuova gamma compatti 32.6 e 28.8 con nuovo motore Tier 4 Interim, una nuova idraulica maggiorata e, da oggi, anche disponibile con distributore Flow-sharing.

-    Nuovo Motore Tier 4 Interim da 100 HP
-    Nuova pompa idraulica maggiorata
-    Flow-Sharing in opzione
-    Versioni “L” con cabina ribassata

 

Gamma Professional CS

002 19 7 2012

La serie Professional  si presenta con il nuovo motore da 156 HP Tier 4 Interim, una nuova idraulica dei servizi con dimensioni maggiori ed il dispositivo di sicurezza M CDC di serie.
Questa famiglia di modelli offre inoltre di serie CS (Comfort) e EPD (Consumi).

-    Merlo CDC di serie
-    Cabina Sospesa CS di serie
-    EPD di serie
-    Nuova pompa idraulica maggiorata
-    Flow-sharing di serie
-    Nuovo motore, Tier 4 Interim, 4.1 litri da 156 HP

Gamma Alta Capacità

 

055 20 6 2013

I modelli della gamma Alta capacità sono equipaggiati con il nuovo motore, M CVTronic di serie, CDC di serie, sistema rigenerativo

-    Merlo CDC di serie
-    Rigenerazione automatica
-    EPD di serie
-    Flow-sharing di serie
-    Nuovo motore, Tier 4 Interim, 4.5 litri da 175 HP
-    M CVTronic di serie

 

Nuovi Cingo con Motoriduttori

 M8M4407


Merlo presenta la nuova serie di trasportatori cingolati multi-funzione Cingo dotati di motoriduttori.
I modelli presenti in fiera saranno:
M12.3, M8.3, M500 e Cingo Radiocomandato

 

Trattori porta-attrezzi Tre Emme

MM160MC

All’interno dello stand Merlo saranno poi presenti il trattori porta-attrezzi TreEmme, due modelli:
 - l’MM 150VR, modello nato per le municipalità ed i contoterzisti, la risposta a quanti necessitano di prestazioni superiori e pretendono il controllo pieno e completo dell’attrezzo. Il suo braccio telescopico laterale, interamente realizzato in azienda, rende infatti accessibile anche la scarpata più scoscesa o le piante più alte, garantendo sempre il dominio della situazione.
 - l’MM 160MC, il nuovo Concept che Tre Emme presenta in esclusiva all’Eima di Bologna, una macchina versatile e multiutilty che può trasformarsi a seconda delle necessità dell’operatore.

 

 

 

TORNA SU
<h1>Merlo</h1> &nbsp;è una realtà industriale italiana dinamica, all'avanguardia tecnologica, pienamente integrata ed a capitale esclusivamente privato per la produzione di <strong>sollevatori telescopici</strong>. Il <u>Gruppo Merlo</u> e profondamente radicato sul territorio ed investe ogni anno in modo importante nel suo unico stabilimento produttivo di S. Defendente di Cervasca, in provincia di Cuneo. Questa scelta strategica nasce dalla volontà di produrre un <h2>sollevatore telescopico</h2> &nbsp;di alta qualità- Si tratta di un Gruppo imprenditoriale affermato che può vantare una presenza di <em>Telescopici Agricoltura</em> su tutti i mercati mondiali ed è il punto di riferimento internazionale quando si parla di <h4>sollevatori telescopici</h4> . Il <strong>Gruppo Merlo</strong> è costituito da aziende create per portare a termine un progetto ambizioso: realizzare <h5>Betoniere Autocaricanti</h5> &nbsp;e costruiti interamente in Italia. Una sfida vinta. Perché <strong>Merlo</strong> non è un “assemblatore” ma una realtà industriale estremamente verticalizzata che disegna, sviluppa e produce al suo interno il <u>sollevatore rotante</u>. Questo consente di trovare sempre la soluzione migliore per le esigenze dei clienti ottenendo <em>Trattore Telescopico</em> pensati e realizzati interamente in Italia. Il successo Merlo nel mondo nasce dalla capacità di sapere anticipare le esigenze dei mercati ed ogni macchina prodotta testimonia l’impegno dell’azienda nell’offrire ai propri clienti il meglio della tecnologia oggi disponibile, con la garanzia di cinquant’anni di esperienza in ricerca ed innovazione. Ed è proprio grazie alla ricerca, all’innovazione ed allo sviluppo continuo di nuovi prodotti che la società Merlo vuole rafforzare ulteriormente il proprio primato nelle tecnologie avanzate e nella qualità. Il <h2>Gruppo Merlo</h2> &nbsp;fondato nel 1964, ha oltre 1.200 dipendenti e la superficie coperta degli stabilimenti di Cuneo è di circa 220.000 metri quadri. Oltre il 90 % della produzione di <u>Macchine Agricole</u> viene esportato in tutto il mondo attraverso una rete commerciale articolata in 7 filiali ed oltre 600 concessionari. Il <strong>Gruppo Merlo</strong> è il market leader nei <u><strong>sollevatori telescopici</strong></u> a torretta girevole e nei <h2>sollevatori telescopici</h2> &nbsp;a trasmissione idrostatica.