Merlo scende in pista

30 agosto 2016

I sollevatori Telescopici in azione al Gp di Monza 2016

Ancora una volta le macchine Merlo si preparano a scendere in pista a Monza. Il Gran Premio di Monza è una tappa storica nel campionato di Formula 1, basti pensare che quest’anno si correva l’edizione numero 84.

Oltre alle Ferrari, c’è un altro marchio italiano che è presente ormai da molti anni, tanto da diventare quasi “di casa”. Stiamo parlando di Merlo e dei suoi sollevatori telescopici. Sono infatti più di 20 anni che Merlo fornisce le sue macchine per le operazioni di soccorso e rimozione delle vetture danneggiate, perché quando si tratta di operare in condizioni al limite, dove rapidità, precisione, sicurezza e affidabilità sono fondamentali, Merlo è la risposta giusta.

Era il 1985 quando i telescopici Merlo fecero la loro prima apparizione e da allora sono divenuti uno strumento imprescindibile per gli operatori di Monza, perché grazie alle dimensioni compatte ed alle loro tecnologie esclusive permettono di entrare rapidamente in azione e rimuovere i pericoli nel più breve tempo possibile.

Un successo che negli anni ha portato i sollevatori Merlo ad essere adottati anche in altri circuiti in giro per il Mondo, in Francia, in Canada, in Belgio e perfino a Dubai ed anche chi non conosce per nulla il mondo dei sollevatori si ricorda di aver visto in azione le “macchine verdi”. 

 

TORNA SU
<h1>Merlo</h1> &nbsp;è una realtà industriale italiana dinamica, all'avanguardia tecnologica, pienamente integrata ed a capitale esclusivamente privato per la produzione di <strong>sollevatori telescopici</strong>. Il <u>Gruppo Merlo</u> e profondamente radicato sul territorio ed investe ogni anno in modo importante nel suo unico stabilimento produttivo di S. Defendente di Cervasca, in provincia di Cuneo. Questa scelta strategica nasce dalla volontà di produrre un <h2>sollevatore telescopico</h2> &nbsp;di alta qualità- Si tratta di un Gruppo imprenditoriale affermato che può vantare una presenza di <em>Telescopici Agricoltura</em> su tutti i mercati mondiali ed è il punto di riferimento internazionale quando si parla di <h4>sollevatori telescopici</h4> . Il <strong>Gruppo Merlo</strong> è costituito da aziende create per portare a termine un progetto ambizioso: realizzare <h5>Betoniere Autocaricanti</h5> &nbsp;e costruiti interamente in Italia. Una sfida vinta. Perché <strong>Merlo</strong> non è un “assemblatore” ma una realtà industriale estremamente verticalizzata che disegna, sviluppa e produce al suo interno il <u>sollevatore rotante</u>. Questo consente di trovare sempre la soluzione migliore per le esigenze dei clienti ottenendo <em>Trattore Telescopico</em> pensati e realizzati interamente in Italia. Il successo Merlo nel mondo nasce dalla capacità di sapere anticipare le esigenze dei mercati ed ogni macchina prodotta testimonia l’impegno dell’azienda nell’offrire ai propri clienti il meglio della tecnologia oggi disponibile, con la garanzia di cinquant’anni di esperienza in ricerca ed innovazione. Ed è proprio grazie alla ricerca, all’innovazione ed allo sviluppo continuo di nuovi prodotti che la società Merlo vuole rafforzare ulteriormente il proprio primato nelle tecnologie avanzate e nella qualità. Il <h2>Gruppo Merlo</h2> &nbsp;fondato nel 1964, ha oltre 1.200 dipendenti e la superficie coperta degli stabilimenti di Cuneo è di circa 220.000 metri quadri. Oltre il 90 % della produzione di <u>Macchine Agricole</u> viene esportato in tutto il mondo attraverso una rete commerciale articolata in 7 filiali ed oltre 600 concessionari. Il <strong>Gruppo Merlo</strong> è il market leader nei <u><strong>sollevatori telescopici</strong></u> a torretta girevole e nei <h2>sollevatori telescopici</h2> &nbsp;a trasmissione idrostatica.